La Voce Artistica 2021

Carissimi appassionati della voce nell’arte,

eccoci arrivati alla 13^ edizione del connubio tra ricerca scientificadidattica e stili artistici che è La Voce Artistica

Quest’anno i contenuti delle relazioni in ambito di ricerca saranno focalizzati sugli aspetti percettivi del canto nei suoi stili, sulle problematiche dell’uso della voce in ambito scolastico, sull’approccio logopedico ai disturbi della voce artistica in vari ambiti e metodologie riabilitative, sulla voce nell’identità di genere

L’aspetto pedagogico indagherà invece diversi ambiti della didattica in campo classico e moderno, e le particolarità del doppiaggio, del musical e dei cartoons. 

Sarà presente anche una sessione dedicata a Dante di cui ricorre il settimo centenario dalla morte qui a Ravenna, e alle sue “voci”. 

Ma, soprattutto, parleremo di Mediterraneo, come catalizzatore di voci e sperimentazione vocale, di coesione tra i popoli attraverso le multiformi esperienze e tradizioni vocali. 
Partendo da Napoli, con la lezione magistrale di Iain Chambers, famoso antropologo e sociologo britannico, e le voci di Renzo ArboreBruno De SimoneMaria Pia De Vito, costruendo poi un ponte tra Italia e Africa, con Daniella SpallettaSeby Burgio e altri, ascoltando poi le voci dei muezzin, arriveremo in Puglia per parlare della taranta con Ambrogio Sparagna e in Spagna per parlare di flamenco con Israel Varela. Termineremo poi con Beppe Dettori e la tradizione sarda ed avremo un grande ospite per il riepilogo finale, a riassumerci il racconto della voce nel Mediterraneo.

In considerazione della ancora attuale incertezza dei prossimi decreti relativamente alla disponibilità di accesso al teatro, riteniamo per ora di poter accettare prenotazioni fino a 200 posti. Nei prossimi mesi sapremo se e di quanto potremo ampliare l’accesso in presenza. In alternativa, a numero massimo raggiunto, attiveremo una modalità di prenotazione al congresso anche in streaming.  

Sperando comunque di poterci riabbracciare tutti

State collegati!